Covid-19, contagiati tele-sorvegliati

In Ticino i malati non ricoverati riceveranno un kit di telemedicina

L’esperienza del Cardiocentro estesa a tutto il Cantone. «In questo modo limitiamo i rischi»

LUGANO – I malati di Covid-19 con sintomi lievi rimangono a casa. Ma non vengono abbandonati a sé stessi. Il Cardiocentro di Lugano, assieme alla clinica Moncucco e al 144, ha attivato un servizio di telemedicina per i pazienti a domicilio in cura per il coronavirus.

Il servizio è gestito dalla startup HospitHome, e prevede la distribuzione di un kit di monitoraggio e controllo a distanza. «Il programma – spiegano gli operatori di HospitHome – parte dall’esperienza del Cardiocentro, che da quindici anni offre servizi di telemedicina ai pazienti cardiopatici». 

Articolo completo su tio.ch

Torna su