Pazienti Covid-19 ticinesi monitorati a distanza

Una startup specializzata in telemedicina permette di controllare lo stato di salute degli infetti non ospedalizzati

Un kit di monitoraggio e controllo a distanza che permette di valutare in tempo reale il decorso della malattia dei pazienti positivi al Covid-19 ma non ospedalizzati. È quanto ha messo in campo la startup HospitHome in collaborazione con il Cardiocentro Ticino, si legge in un comunicato della struttura. A collaborare al progetto tanti attori della salute, come la Federazione ticinese ambulanze (144), la Fondazione Ticino Cuore, la Clinica Luganese Moncucco e l’Ordine dei medici del Cantone.

Dai cardiopatici ai malati di Covid-19“Il programma – spiegano gli operatori di HospitHome – parte dall’esperienza del Cardiocentro Ticino, che da circa 15 anni offre servizi di telemedicina ai pazienti cardiopatici con aritmie severe e portatori di defibrillatori, pazienti che vengono monitorati a distanza con controllo giornaliero e sistema automatico di allerta nel caso di variazione dei parametri elettrici vitali. Il risultato di questa esperienza ha portato ad una diminuzione dei controlli ambulatoriali e dei ricoveri non indispensabili. Ora si tratta di replicare questo modello al monitoraggio dei pazienti Covid-19, ovviamente con tutte le specificità del caso”.

Articolo completo su ticinonews.ch

Torna su